domenica 3 gennaio 2016

Mercati - aggiornamento gennaio 2016

Mercato azionario italiano
Si è concluso un anno dalla dinamica complessa in cui il rialzo si è concentrato nei primi tre mesi per effetto della novità del primo QE europeo.
Una volta passata la fase iniziale di euforia, il mercato si è mosso  poi in assenza totale di trend a causa del venir meno di miglioramenti sostanziali sul fronte macroeconomico.

Con questo primo aggiornamento dell'anno si cercherà di estrapolare le informazioni principali che vengono dallo studio dei diversi frames temporali partendo dai più lunghi, al fine di ricomporre il quadro generale di medio-lungo termine.
Partendo dallo studio della ciclicità di lungo termine, si mantiene invariata l'ipotesi già descritta finora, in base alla quale il mercato è dal 2012 in una fase rialzista che avrebbe un primo potenziale in area 30000 entro i prossimi tre anni, pur con possibilità di estensione fino al 2020.
Nell'ambito di questa tendenza, il mercato si trova in una fase intermedia di correzione dalla scorsa estate e non sembra pronto a riprendere la via del rialzo ancora per diversi mesi.
Scendendo nel dettaglio con lo studio dei diversi intervalli temporali con il solito approccio top-down, cominciamo con l'osservazione del grafico semestrale.

Ftsemib index semestrale

  • Il trend di lungo è rialzista salvo rottura confermata della soglia di swing chart a 17550;
  • la rottura al rialzo dell'angolo A discendente ed evidenziato in rosso, offre un potenziale in area 30000;
  • Il 2° semestre del 2015 si è caratterizzato per l'attivazione di un doppio setup di massimo sopra 24081 che richiede soddisfazione minima sotto 20158 entro giugno;
  • il 2° semestre del 2016 sarà di nuovo setup e, qualora venisse attivato di minimo, potrebbe favorire la ripresa del rialzo verso il target in area 30000;
  • l'ipotesi rialzista di lungo resterà invariata anche in caso di eventuale rottura al ribasso dell'angolo B ma, per non invalidare l'ipotesi, sarà da ritenersi necessaria la tenuta dell'angolo C .

Ftsemib Index monthly

L'aggiornamento del grafico mensile già proposto in passato numerose volte, mette in evidenza la straordinaria importanza dell'angolo verde discendente dal 2007 che, se rotto al rialzo in chiusura di barra mensile segnerebbe con molta probabilità la ripresa del trend rialzista di medio/lungo termine verso il target potenziale di 30000.
Finora il mercato si sta muovendo come nelle attese, all'interno dell'area triangolare evidenziato in rosso  e potrebbe continuare a farlo fino all'incrocio angolare di maggio, ma il setup semestrale di massimo rende probabile che venga prima intaccato al ribasso tra 20150 e 19200, pur con la possibilità che in chiusura di barre mensili venga recuperato l'angolo a 20600.

Scendiamo ora ancora più nel dettaglio osservando il grafico semi-monthly che segue:


Il trend di medio termine è sostenuto dall'angolo ascendente dal 2012 e passante a 20150. L'eventuale raggiungimento del supporto tra l'8 e il 25 gennaio permetterebbe di soddisfare rapidamente l'aspettativa minima del setup semestrale e contestualmente di attivare di minimo il setup semi-monthly.
Tale ipotesi darebbe probabilmente luogo ad una inversione al rialzo, a condizione però che in chiusura di barra il mercato si mantenga al di sopra di 20150.
Una chiusura al di sotto dell'angolo evidenziato in rosso comporterebbe invece un appesantimento del quadro tecnico con potenzialità di ribasso fino a 17500 nei prossimi mesi.
Successivi setup sono attesi tra il 16/3 e il 4/4 e tra il 25/5 e il 9/6.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mercato azionario tedesco

Dax index semi-monthly

Raggiunta nei tempi attesi l'area di resistenza a quota 11400, il mercato ha subito una forte pressione al ribasso fino all'angolo crescente in area 10300.
Siamo ora prossimi al setup importante già anticipato nel precedente aggiornamento, che coinvolgerà il periodo tra l'8 e il 25 gennaio.
Il setup si attiverebbe di minimo sotto 10400 con spazi di discesa fino ai supporti indicati, o di massimo sopra 10860, con spazio massimo fino alla resistenza a quota 11350.
L'eventuale rottura in chiusura di barra di 10000 comporterebbe un appesantimento fino a 9200.


S&P500 index monthly

Sempre intatto il trend rialzista di medio/lungo termine, ma il mercato ha rallentato la sua corsa lasciando inviolato il massimo dello scorso maggio e chiudendo l'anno con il segno leggermente negativo.
Il supporto importante di gennaio passa a 1945 e deriva dalla tolleranza dell'angolo ascendente dal minimo del 2009.
La sua tenuta in chiusura di mese avrà un'importanza fondamentale perché nel caso contrario il trend ascendente degli ultimi sei anni potrebbe invertire al ribasso.
I prossimi setup su base mensile sono attesi per il mese di aprile e giugno 2016 e sarà importante verificarne l'attivazione in corrispondenza dei livelli di prezzo provenienti dallo studio degli intervalli più corti.



Rendimento titoli governativi italiani a 10 yr monthly

I rendimenti governativi italiani a 10 anni sembrano aver trovato un pavimento sul supporto angolare a 1,37%.
Il mese di gennaio la barra aprirà sopra l'angolo discendente e quindi i rendimenti saranno liberi di salire almeno fino alla prima resistenza in area 1,82%.
In caso di continuazione della ripresa, fino al mese di aprile, diventerà molto probabile un'attivazione di massimo del setup mensile al di sotto della forte area di resistenza intorno a 1,97% che potrebbe proiettare di nuovo verso l'angolo a 1,55%
Vale il viceversa in caso di rottura del supporto a 1,37% che nel caso potrebbe favorire una discesa dei rendimenti fino al mese di aprile.


Eur/Usd monthly

Nulla di nuovo riguardo il cross euro-dollaro che continua a muoversi in un trend ribassista di medio termine definito dall'angolo discendente dal massimo del 2014.
Nonostante il tentativo di ripresa fino a 1,1060 dal minimo di 1,0520, il cross ha trovato nuovo ostacolo al di sotto dello stesso angolo che, come già indicato, avrebbe offerto resistenza sotto 1,115 nel mese di dicembre.
Nel mese di gennaio l'angolo scende a quota 1,1020 e soltanto in caso di rottura confermata sugli intervalli più brevi potrebbe verificarsi un ritorno fino a 1,1480.
In assenza di rottura al rialzo dell'angolo, la debolezza potrebbe continuare fino ai target finali poco sotto la parità.
Il primo setup importante è atteso tra il 22/4 e il 25/5 e il successivo tra l'8/9 e l'11/10.



Si ricorda che tutte le analisi presentate in questa sede, sono oggetto di aggiornamento periodico su base settimanale, giornaliera ed intraday ad uso esclusivo degli abbonati al servizio offerto su Twitter , inquadrabile in un programma formativo.
Per ogni informazione al riguardo scrivere a gannforecasting@gmail.com
Chi fosse invece interessato alla frequenza di corsi individuali o di gruppo potrà consultare la pagina dedicata.

Buon 2016!


N.B. le indicazioni fornite non hanno alcun fine di suggerimento o sollecitazione al trading, bensì il solo scopo di far conoscere le peculiarità della metodologia di Gann

25 commenti:

  1. Buonasera Sig. FABIO. Innanzitutto complimenti , perchè i suoi commenti i suoi grafici , set-up , ecc...in questi Mesi si sono rivelati i più attinenti alla realtá di tantissime boiate che si leggono in quá e in lá , chi troppo ottimista , chi troppo pessimista, tutti pronti a cantar teorie una settimana e poi predicare il contrario quella dopo ! ...tornando ai fatti , se posso chiedere , siamo arrivati all' 8 Gennaio (quindi al primo giorno del frangente set-up previsto ) e i 20.150 son stati ben rotti. Ciò che mi impensierisce è che su grafico settimanale , se non sbaglio, è dal 2012 che abbiamo la prima chiusura di settimana sotto la banda bassa del canale ascendende . Ora , lei parla di problema se dovessimo chiudere al di sotto dei 20.600 a chiusura mensile e che siamo solo all' Inizio di Gennaio, ma un fatto come quello odierno, ossia chiusura della settimana sotto il supportone del 2012, non è giá un "quasi " certezza di un cambio di Trend di lungo !? ...
    Ringrazio in anticipo del parere
    Cordiali Saluti

    RispondiElimina
  2. Buonasera
    Grazie per il suo apprezzamento.
    Sotto 20600 il mkt e' in rottura con potenziale a 17200-17500 entro il 3º trimestre dell'anno, probabilmente luglio.
    C'e' da dire pero' che gennaio e' un mese importante e tra 8 e 25 si attiverebbe di minimo il setup semi-monthly. Con la volatilita' di questo periodo non si puo' escludere che il setup abbia buon esito riportando il mkt a 20600 in chiusura di mese pur potendo passare prima per 19300.
    E' chiaro peri' che le probabilita' sembrano basse visto che il settimanale ha gia' chiuso sotto e dato il contesto generale.
    Saluti

    RispondiElimina
  3. Grazie della risposta sopra Gentile Fabio. Una cosa che non mi è chiara sul graf. Semi-Monthly lei ipotizza che il mercato possa attivare subito le condizioni di Minimo di setUp fra l' 8 e il 25 da cui ripartire a patto di chiusura di barra sopra i 20150, ecco appunto, la chiusura della barra si intende il 25 gennaio !? O è un'altra data tale chiusura !? Se hi capito bene son barre da 15 giorni !?....se volesse esser così gentile , ne sarei veramente grato. Buonagiornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, la condizione richiesta è che dopo l'attivazione il mkt recuperi chiudendo la barra sopra 20150 il giorno venerdì 25/1.
      Per quanto riguarda il mensile invece è richiesto un recupero sopra 20600 in chiusura di mese.
      Saluti

      Elimina
  4. Buona sera Dottor Serra, la sua analisi ciclica considera al momento chiuso l'annuale? Per me è ancora in corso e lo considero partito dal 15 gennaio 2015. Grazie e buona continuazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona sera
      per la verità non utilizzo cicli del tipo tracy se è questo che intende...

      Elimina
  5. Dottore buongiorno,
    Le chiedo un consiglio.
    Ho posizioni long da 19800 punti indice.
    Dalla Sua ultima analisi pubblicata, mi pare di capire che i 19200 possano essere da trampolino di lancio per un rimbalzo corposo. E' sempre della stessa idea?
    La ringrazio
    Mario

    RispondiElimina
  6. Buongiorno Dott Serra, alla luce dei livelli raggiunti 18600 di fib,in coincidenza del setup in corso, e' ancora verosimile un livello di ingresso long per il medio lungo periodo , come da lei auspicato ?
    Tenendo anche conto che la borsa americana ha ancora tanto spazio per correggere ?
    Grazie
    Alessandro Righini

    RispondiElimina
  7. La rottura importante a livello di mensile e' avvenuta sotto 20600 confermata dalla rottura di 20150 sul semi monthly.
    L'area 19200 fino a 18600 su intervalli minori, e' solo intermedia e potrebbe dar luogo ad un pullback ribassista al max fino a 20500.
    Saluti

    RispondiElimina
  8. Buongiorno
    Il tempo deve essere in sintonia con il prezzo quindi il setup di meta' mese poteva essere utile per il medio periodo soltanto sopra 20150.
    A questi prezzi puo' al limite dar luogo ad un pullback.
    Per il lungo potrebbe slittare tutto al secondo semestre.
    Saluti

    RispondiElimina
  9. Buonasera Gentile Fabio .
    non capisco bene una cosa , nel suo commento sopra parla di "..poteva essere utile per il medio periodo sopra i 20150"....parla come se fosse ormai persa tale soglia ?!?
    Ma se ho capito bene dalla sua analisi semi-monthly 20.150 è da verificare il 25/01 se persa o no (barra fra 8 e 25 Gennaio) ?!?
    Qualcosa mi sfugge , o da già per scontato per il 25 Gennaio di non essere sopra quel livello ?
    grazie mille in anticipo del suo parere
    cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, in effetti anche se non impossibile, considero remota l'eventualità che al prossimo venerdì 25/1 si possa chiudere sopra 20150 perchè nel frattempo su tutti i frames inferiori le rotture sono state già confermate.

      Elimina
    2. ...mi rendo conto, ma mi chiarisca una cosa cortesemente , ho ricontrollato il suo grafico Semi-Monthly, la prima barra è già stata chiusa (quella che terminava il 15) giusto !? ora Io faccio confusione....quando diceva nel suo post "a patto che a chiusura di barra sia sopra 20150"...intendeva quella appena conclusa, oppure la prossima, perchè in tal caso la prossima si chiuderebbe Venerdì 29 Gennaio. Inoltre in una sua precedente risposta (del 10 Gennaio) scriveva :"...Si, la condizione richiesta è che dopo l'attivazione il mkt recuperi chiudendo la barra sopra 20150 il giorno venerdì 25/1"...ma il 25/01 non è Venerdì !
      Scusi se non sarò stato chiaro nell' esprimere il concetto, ma vorrei capire bene gli intervalli delle Barre Semi-monthly.
      Grazie mille

      Elimina
    3. E’ tutto ben chiarito negli aggiornamenti settimanali.

      La barra semi-monthly precedente è terminata il 7 gennaio sopra l’angolo, la barra successiva che è di setup inizia l’8 e terminerà lunedì 25/1 (non venerdì come per errore avevo scritto nella mia risposta).

      Affinchè il setup possa considerarsi valido per ingressi di lungo sono necessarie due condizioni: recupero della soglia di 20150 per la chiusura di lunedì 25 e recupero di 20600 per la chiusura di mese al 29/1.

      Poiché osservando i frames inferiori tale recupero sembra improbabile anche se non impossibile, l’eventuale reazione dovrebbe dar luogo ad un pullback con potenzialità massima tra 20400 e 20500 entro febbraio.

      Spero di averle chiarito i dubbi.

      Elimina
    4. Gentilissimo !

      Elimina
  10. Buona sera Dottor Serra, vorrei chiederle se la settimana dal 25 al 29 gennaio è di setup o se solo il giorno 25 è di setup. Grazie e buona giornata.

    RispondiElimina
  11. Buonasera
    i setup sono di diversi intervalli tra cui il weekly in questa settimana, ma può slittare anche a lunedì 25 quando termina la barra semi-monthly.
    Con una pressione così forte sul prezzo i setup daily perdono importanza.
    Saluti.

    RispondiElimina
  12. Buonasera sig. Fabio...innanzitutto che dire ?!? " in Borsa non si finisce mai di vedere cose nuove"
    Ribasso direi impressionante?!!
    Faccio riferimento ad una sua risposta (all' inizio dei commenti), dove scriveva "persi i 20600 prevedeva 17.200/17.500 nel 3° trimestre"..
    Oggi 17.850 !! Le chiedo un cortese parere e le pongo un quesito, direi che il target sembra ad un passo, ma non siamo ne 3° trimestre, bensi appena dopo metà Gennaio. Cosa pensa , nuovi target al ribasso per il 3° trimestre ben più profondi, o il raggiungimento di così profonda Area , così velocemente , rivoluziona un pò tutto e potrebbero uscire situazioni inaspettate (così come lo è stato questo profondo e rapidissimo ribasso) ?
    grazie mille

    RispondiElimina
  13. La velocità è stata notevole, potrebbe trattarsi di un caso in cui il fattore prezzo anticipa il tempo ma la situazione ottimale richiede sempre che il prezzo sia in sintonia col tempo, quindi nel caso specifico, che nel 3° trimestre non si ecceda 16300-16400  e che tale livello non venga segnato prima.

    In caso contrario il quadro tecnico si complicherebbe molto e occorrerebbe rielaborare lo scenario di lungo.

    Saluti

    RispondiElimina
  14. Buongiorno Fabio, e complimenti è davvero bravissimo, mi son quasi convinto di iscrivermi a Twitter per seguire i suoi aggiornamenti settimanali a pagamento.
    Le chiedo, secondo lei, con la seduta di ieri e con le parole di Draghi, vista la reazione del mercato, è auspicabile che stia per partire il bullmarket da lei più volte citato ? Grazie mille
    Fabio

    RispondiElimina
  15. Grazie!
    Osservando solo il quadro tecnico non ci sono ancora le condizioni di prezzo necessarie: 20150 lunedi in chiusura e 20600 chiusura di mese, quindi si tratterebbe di un pullback, a meno che non si verifichi una negazione delle rotture, per ora improbabile.
    E'atteso un setup trimestrale nel 3ºQ e comunque il setup del 2º semestre che in una logica di lungo termine e' auspicabile che si attivino di minimo.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  16. Buona sera Fabio, vista ormai l'impossibilità (salvo miracoli) di raggiungere quota 20600 in chiusura di mese, si deve pensare che lo scenario di medio-lungo rialzista sia del tutto tramontato oppure ci sono ancora possibilità di ripresa? In ogni caso il pullback che si è avviato (venerdi 22 gennaio l'indice ha chiuso a 19028) fin dove potrebbe arrivare?
    Grazie per la gentile risposta.

    RispondiElimina
  17. Buongiorno
    data l'estrema improbabilità di recuperare 20600 per la chiusura del mese, il rimbalzo atteso dal minimo del 21/1 non sarà per ora l'inizio di una ripresa di lungo.
    Lo scenario rialzista di lungo termine però non è assolutamente tramontato perchè è ammesso un minimo più basso nel 2° semestre entro 16300-16400 come indicato nell'articolo mensile.
    Il movimento di rimbalzo quindi è inquadrabile come un pullback tecnico che potrebbe avere un potenziale massimo entro 20500-21000 entro inizio marzo.
    Saluti

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.